Corsi di Aikido

CORSI PER ADULTI

Lo studio dell’Aikido è accessibile a chiunque e a qualunque età.
L’insegnamento graduale e il profondo rispetto per ogni individuo crea l’ambiente ideale per permettere a ogni allievo di accrescere e sviluppare pienamente il potenziale fisico, mentale e spirituale.
Unendo in sé l’efficacia delle antiche tecniche di autodifesa dei samurai con l’eleganza e l’armonia del guerriero di pace, l’Aikido è una disciplina praticata senza distinzioni, sia da uomini che da donne.
L’Aikido non richiede né forza bruta, né capacità superiori alla norma. Ciò che conta sono il cuore, la dedizione e lo spirito di ricerca.
Il corso adulti prevede anche lo studio delle armi tradizionali: il bokken (spada di legno), il jo (bastone) e il tanto (pugnale di legno).
In accordo con l’intento del Fondatore O’Sensei Morihei Ueshiba, in questi anni l’Aikikai Napoli diretta dal M° Rino Bonanno si è impegnata a trasmettere a centinaia di allievi i nobili principi di rispetto per la vita ed il suo ambiente, guidandoli nella pratica dell’Aikido.
corsi sono aperti a tutte le persone che desiderano praticare un’arte marziale che offra loro sicurezza, coordinamento corporeo, equilibrio e centratura.

Praticando le eleganti tecniche marziali di fluidità motoria e di centratura psicofisica in un clima sereno (e giocoso per i più piccoli), si imparerà ad avere piena padronanza del proprio corpo e della propria mente e si acquisiranno sani principi quali l’armonia nel rapportarsi con gli altri e con il proprio ambiente.
Durante l’anno sono organizzati vari seminari in sede con diversi maestri provenienti
dall’Italia e dall’estero a scopo formativo. Inoltre la nostra Associazione, l’ Accademia Italiana di Aikido – AIADA – redige un calendario di stages tenuti in Italia da maestri italiani e stranieri tra cui alcuni gratuiti. I gradi sono riconosciuti dal Giappone Tokyo.

 

 

CORSI PER BAMBINI

Non si tengono corsi per bambini e ragazzi solo per fare intrattenimento.
I bambini sono esseri in via di evoluzione e crescita, come piantine vanno coltivati con amore e discernimento.
L’istruttore ha in mano la loro innocente vitalità, non la deve disperdere o tradire.
La bravura ed il talento del bambino devono essere utilizzati come strumento educativo esattamente come i difetti e le incertezze dei meno talentuosi, non gratificano l’Istruttore.
Ogni bambino ha i suoi tempi e ritmi di apprendimento, meglio non pretendere prestazioni per le quali non è pronto e non ha sviluppato gli strumenti fisici e cognitivi necessari.